giovedì 10 novembre 2011

Salmone in crosta (Saumon en croûte) . . .

o come altro si potrebbe chiamare?

foto 4

foto 9

Ho preparato questi due insoliti “pesci” giusto per variare e divertirmi un po’, ma forse vanno bene per una bella cenetta intima di un sabato sera (magari senza i figli), o in compagnia di un paio di amici.

INGREDIENTI:

300 gr di pasta brisée o di pasta sfoglia (la mia brisée la trovate QUI)
100 gr. di salmone affumicato
100 gr. di spinaci
150 gr. di ricotta
1 uovo 
Qualche fettina di porro
Qualche fettina di cipolla
Un cucchiaio d’olio extra vergine
½ bicchiere di vino bianco
1 tuorlo per la doratura

PROCEDIMENTO:

Lasciare rosolare nell'olio le fettine di porro (5-6) con quelle di cipolla (2-3). Sfumare con il vino e coprire per far sì che cuociano e non brucino. Aggiungere gli spinaci spezzettati grossolanamente e lasciare cuocere aggiungendo ½ bicchiere d’acqua (brodo no!) sempre con il coperchio. A metà cottura aggiungere il salmone e mescolare fino a che non schiarisce ed il liquido assorbito.
Togliere dal fuoco e lasciare raffreddare. Intanto sbattete l'uovo con le fruste fino a renderlo chiaro, aggiungete la ricotta e pochissimo sale (facoltativo, ricordatevi che il salmone è già salato di suo) e continuate con le fruste a mescolare.
Ora procedete a stendere la pasta e a darle due forme grossolane di pesce, più due forme sempre simili, ma più piccole, che serviranno a coprire le precedenti. Consiglio di sistemare le forme maggiori su di un foglio di carta da forno, così una volta pronte saranno più facili da trasportare per la cottura.
Mescolare al composto preparato quello nel tegame raffreddato e, amalgamato il tutto, stenderlo nelle forme grandi calcolando uno spessore libero nel contorno per  rivoltare la pasta e saldarne la parte superiore; così come si fa per una qualsiasi torta salata chiusa. Saldate i bordi dei pesci aiutandovi con un pennello e il tuorlo diluito con un cucchiaio di latte. Utilizzate il restante tuorlo per spennellare tutta la parte superiore dei due “finti salmoni”.

foto 1

Come potete vedere nella foto, non sono stata troppo precisa questo perché già per altri motivo sono costretta a fare la "perfezionista" ed almeno in questo tento di essere più “estemporanea”… 
Poggiate ora le due “sagome” nella  leccarda (che brutta parola :-/) del formo e lasciatele cuocere al centro di esso a 180° per 30-40 minuti o fino a doratura completa.

foto 8

Insomma, la descrizione è stata lunga, ma vi garantisco che si perde solo qualche minuto in più rispetto ad una normale torta.  

Non mi resta che aggiungere che con questa "ricettuzza" 
partecipo al contest di  Fujiko 
nel blog "La ricetta della felicità" 
"CAPOLAVORI DA GUSTARE" 

Categoria SALATI 
Il mio primo contest: non perdetelo!



Altre mie foto potete trovale QUI


10 commenti:

  1. che bella ricetta!!! e la presentazione a forma di pesce è simpaticissima! ;)

    RispondiElimina
  2. Belli e buoni questi pesciolini... io opeteri per una cenetta senza belve, cioè figli

    RispondiElimina
  3. Non so come altro si potrebbe chiamare, io so solamente che è una preparazione bellissima e di grande gusto!!...te la posso copiare?
    A parte la cenetta intima, io la vedo benissimo sulla tavola per le imminenti feste natalizie! :)
    Bacioni

    RispondiElimina
  4. Non ho resistito a venire a vedere...anche se non amo il salmone..ma come al solito mi stupisci sempre, come si vede il tuo tocco grafico!!! brava, mi piaci tantissimo!

    RispondiElimina
  5. Ecco la ricettina...e brava Nina, la mia è andata in tutt'altra direzione...comunque buono il porro, una scoperta!!
    ciao loredana

    RispondiElimina
  6. Il tocco d'artista è comune a casa vostra...vero?
    Grazie del tuo contributo!

    RispondiElimina
  7. un vero capolavoro complimenti!!!buon w.e.

    RispondiElimina
  8. Grazie a tutte per i complimenti...
    @Assunta quando la copierai e se sarà pubblicata fammelo sapere, vengo a controllare ;-)
    @Tina è sparito un tuo commento, spero di non averlo cancellato io involontariamente :-(

    RispondiElimina
  9. Che meraviglia!! Questa ricetta entra di diritto nel mio menù delle feste!! Complimenti!!

    RispondiElimina
  10. Nel fare scouting di salmone in crosta, son venuti fuori questi simpatici pescetti. Carini!

    RispondiElimina